Le latterie turnarie

Latterie Turnarie

L’attenzione verso gli animali era un vantaggio per tutti

Ogni borgo, ogni piccolo paese aveva la sua Latteria Turnaria. Era il modo per poter utilizzare tutto il latte prodotto della stalla: una parte veniva tenuta per il consumo giornaliero della famiglia e una parte veniva portata in latteria per realizzare i formaggi. Questi ultimi erano, per definizione, stagionati, e rappresentavano, perciò, un consumo “senza scadenza”.

NdR: il formaggio fresco, che nel trevigiano oggi è diventato addirittura un DOP, la Casatella Trevigiana, veniva realizzato quotidianamente dalle donne di famiglia con il latte che rimaneva dal consumo quotidiano.

Latterie Turnarie

Il funzionamento perfetto di una cooperazione fra famiglie

Ogni famiglia conferiva alla latteria turnaria il latte del giorno. La quantità conferita veniva segnata in un libretto, accumulando così un credito in formaggi da riscuotere periodicamente. In giorni stabiliti alcuni membri della famiglia andavano in latteria e sotto la guida del casaro producevano il formaggio con il latte raccolto da tutti per quel giorno.

Si capisce bene che ognuno aveva l’interesse a produrre il miglior latte, rispettando il patto fra contadini, poiché ognuno si sarebbe trovato con una materia prima di qualità. Un agricoltore sa bene che il miglior latte viene da mucche che vivono bene, non stressate e alimentate con il prodotto della terra, erba e fieno.

Questo sistema ha consentito alle famiglie di avere cibo a sufficienza e di riuscire a utilizzare tutto il latte prodotto dalle proprie mucche, che nel caso di quantità in eccesso veniva ceduto alla latteria. Qui poteva essere venduto a famiglie che ne avevano bisogno o ai mercati. 

LATTERIA SOLIGO
SOC. AGR. COOPERATIVA

Latteria Soligo

Via 1° Settembre 32
31020 Soligo (Treviso)
Tel. +39 0438 98 51 53
Fax +39 0438 98 03 22